Risparmio energetico: La tecnologia del freddo CEK

La tecnologia del freddo CEK ad iniezione diretta è un’innovazione che permette un grande risparmio energetico. Sitep utilizza questa tecnologia nei suoi impianti di refrigerazione per ridurre i consumi e garantire sicurezza ed affidabilità.

Riuscire a produrre macchinari e attrezzature ad alto risparmio energetico non è una scelta, bensì una necessità; il sistema CEK permette di creare impianti altamente sostenibili e che ammortizzano i costi.

Dall’attenzione quotidiana che mettiamo per ridurre l’impatto negativo che abbiamo sull’ambiente circostante è nata la scelta di applicare ai nostri sistemi di refrigerazione la tecnologia del freddo CEK: in questo modo l’impianto è in grado di funzionare con l’80% di gas refrigerante in meno.

6 Ragioni del sistema CEK

  • Aumenta la sicurezza intrinseca dell’impianto di refrigerazione
  • Permette di costruire impianti a basso impatto ambientale e alto risparmio energetico
  • Consente di ridurre i consumi energetici tradizionali con un costo di installazione inversamente proporzionale alla potenza dell’impianto
  • Costituisce un buon investimento sulle ricariche future dato il continuo incremento di prezzo dello stesso, grazie alla sua specifica caratteristica di ridurre il gas refrigerante necessario
  • L’assenza di valvole termostatiche aumenta l’affidabilità degli impianti e riduce i costi di gestione in termini di energia
  • Nessun rischio di blocco dell’impianto in caso di umidità
tecnologia del freddo CEK ad iniezione diretta, celle frigo, risparmio energetico

Il risparmio energetico in panificazione:

Il vantaggio principale della tecnologia CEK è l’assenza della valvola termostatica e la rimozione del rispettivo ricevitore di liquido, non più necessario.

Grazie alla tecnologia CEK l’impianto è in grado di funzionare al massimo della resa con l’80% di gas refrigerante in meno, richiedendo in caso di perdita la ricarica di una quantità nettamente inferiore. Inoltre, l’esclusione del ricevitore di liquido aumenta il sotto raffreddamento di fine condensazione ma senza perdita di pressione, aumentando il rendimento energetico.

Ogni impianto CEK è provvisto di un trasduttore di bassa pressione (Pressure control) e una sonda di temperatura batteria (Temperature probe).

altra caratteristica è l’algoritmo CEK presente nella centralina che permette il riutilizzo del ricevitore di liquido di un impianto tradizionale preesistente come ricarica automatica di refrigerante.

Tecnologia del freddo “CEK” ad iniezione diretta